Momenti difficili

Per ogni percorso che si decide di intraprendere, superata la fase iniziale si presentano delle situazioni che mettono a dura prova la capacità di rimanere coerenti con se stessi e le proprie scelte. In questo articolo alcuni suggerimenti e sproni per far fronte anche a questi momenti difficili.

Per leggere l’articolo cliccare qui.

Dott.ssa Elena Maria Bisi

 

Drogati?

Di seguito vi propongo uno dei vari articoli che scrivo nel blog di Asi Fitness Academy, approfittando per ricordare che faccio parte dello staff, felice di poter finalmente sposare anche nel concreto la mia filosofia lavorativa (e di vita).

Per leggere cliccare qui.

Dott.ssa Elena Maria Bisi

TU PUOI !

Le Diete, in genere, falliscono. Sì, non si può negare un dato di fatto! La maggior parte delle persone, per svariati motivi, intraprende una dieta ma poi…. si arrende, smette, fallisce. Perché? I motivi sono vari, alcuni riconducibili (se non la maggior parte) ad una non conoscenza del reale valore e significato del cibo e del nutrimento, altri (ma non si escludono a vicenda) ad una fatica insita nel concetto di cambiamento. Non esiste trucco, non esiste pozione magica, non esiste stratagemma in grado di rendere facile il cambiamento.

Per questo, per evitare il fallimento e per gettare le basi per costruire un futuro solido e duraturo, è necessario CONOSCERE il cibo, prendere coscienza del potere che ha non solo a livello emotivo, psicologico e sociale ma soprattutto a livello biochimico.

Siamo quello che mangiamo. Punto.

Ma non basta.

Affinché il cambiamento divenga reale, è necessario associare al corretto nutrimento i seguenti pilastri:

corretta attività fisica

riposo e sonno adeguati

corrette relazioni sociali

corretta gestione dello stress

Se tutti questi aspetti vengono presi in analisi, se la motivazione per cambiare è forte (e solo una buona conoscenza genera una buona motivazione), allora il fallimento può essere scongiurato.

Un corretto percorso di Benessere fisico deve partire e lavorare su questo.

E….. si può fare!!!!!!!

Dott.ssa Elena Maria Bisi

Percorso nutrizionale: la “Zona del Benessere”

percorso nutrizionale la zona del benessere

E’ comprovato che la sola attività fisica, di qualunque natura, se non opportunamente affiancata da una corretta alimentazione non è in grado di portare l’organismo allo stato di Benessere e Salute tanto desiderato ed auspicabile.
La Nutrizione NON può essere solamente definita come DIETA. La Nutrizione, ossia quello che introduciamo nel nostro organismo attraverso il cibo, ha degli effetti molto profondi su ogni distretto corporeo, mente ed emozioni comprese.
Pertanto, se non ci si nutre correttamente si aumentano i rischi presenti e futuri di disfunzioni anche gravi fisiche e mentali.
Viceversa, imparando a mangiare correttamente si ottengono benefici a breve e lungo termine che riguardano l’aspetto estetico, l’aspetto metabolico, l’aspetto fisiologico e mentale di ciascun individuo, a prescindere dal sesso e dall’età.
In sostanza, abbinando la giusta Alimentazione con la giusta attività fisica si arriva ad una Qualità della Vita superiore, che è un diritto/dovere di ciascuno.

In collaborazione con le palestre Benessere Globale di Verona, parte il progetto “La Zona del Benessere”: un percorso nutrizionale di quattro incontri con la qualità di un percorso individuale ed il vantaggio di un confronto in un piccolo gruppo, ad un costo interessante.

Per informazioni scrivetemi o chiedete allo staff di “Benessere Globale” 

Le 7 regole d’oro

Alimentarsi in modo corretto è il cardine fondamentale per ripristinare e mantenere la salute, per migliorare la qualità della vita e per ottenere il meglio dal corpo e dalla mente. Fortunatamente, questo concetto inizia a prendere forma tra la comunità scientifica e tra le persone; sfortunatamente, questo lascia campo libero a moltissimi ciarlatani, fautori di diete innovative e miracolose che promettono miracoli spacciando lucciole per lanterne. E’ necessario comprendere che la sana alimentazione non è uno strumento esclusivo dell’aspetto estetico, ma è il primo farmaco che tutti devono assumere. Altrettanto essenziale è comprendere che il corpo umano (come quello di ciascun essere vivente) è un perfetto laboratorio chimico che lavora finemente con gli strumenti che l’evoluzione gli ha donato.

Sulla base di quanto scritto finora, è dunque palese come siano da bandire tutti coloro che promettono soluzioni senza fondamento scientifico reale o che spingono al consumo di un solo determinato alimento come risolutore di ogni problema.

Di seguito, le sette regole base che permettono al “laboratorio chimico umano” di lavorare in equilibrio e perfezione:

1- NON TRASCURARE LE PROTEINE = devono provenire da fonti magre come pesce, carni bianche, selvaggina, tagli magri di carne rossa, uova

2- SCEGLIERE I CARBOIDRATI MIGLIORI = frutta e verdura; oltre a fornire la quota di carboidrati corretta, sono fonte di antiossidanti, polifenoli e fibre

3- MANGIARE PIU’ FIBRA = i cereali integrali, a dispetto di quanto largamente pubblicizzato, non sono i sovrani della fibra; la frutta ha circa il doppio di fibra dei cereali integrali, mentre i vegetali non amidacei ne contengono fino ad 8 volte di più

4- SCEGLIERE I GRASSI  MIGLIORI = olio extravergine di oliva, noci, mandorle, nocciole, olive, pistacchi, avocado

5- CONSUMARE PIU’ POTASSIO E MENO SODIO = i cibi freschi non lavorati sono ricchi di potassio; per mantenere il corretto bilanciamento sodio/potassio è necessario ridurre drasticamente l’uso del sale in cucina

6- SCEGLIERE I CIBI MENO ACIDIFICANTI = consumare più frutta e verdura, eliminare latte e ridurre drasticamente i latticini, assumere una quantità bilanciata di carne e pesce

7- FARE IL PIENO DI VITAMINE ED ANTIOSSIDANTI = bilanciando il rapporto tra proteine-grassi-carboidrati e variando le scelte alimentari si può garantire al corpo la giusta assunzione di vitamine ed antiossidanti

Dott.ssa Elena Maria Bisi

 

Il valore del lavoro di gruppo

Un lavoro di educazione e di percorso verso uno stato di Benessere psicofisico è composto da un cammino individuale ben calibrato e basato sulla fiducia; tuttavia è altrettanto importante nel processo di “presa di coscienza” relazionarsi con altre persone con problemi simili, allo scopo di perdere il senso di solitudine e di inadeguatezza. Il confronto e lo scambio di idee, paure, pensieri, emozioni ed esperienze vissute, sotto la guida di esperti che fungono da collante e forniscono luce nei punti più “scuri”, fortificano l’individuo e possono sorprendentemente resuscitare la Volontà che spesso si perde strada facendo.

Come ARBES NUTRE riprendo, in collaborazione con la collega psicoterapeuta Dott.ssa Pezzutti, gli incontri di gruppo. Qui il link

Dott.ssa Elena Maria Bisi

Motivazione

DOPPIA_PIRAMIDE_modificata

Proseguendo secondo l’obiettivo iniziale dell’anno (vale a dire spezzare i confini mentali che la parola “dieta” ha imposto nel tempo), propongo un’immagine significativa per tutti coloro che sono alla ricerca di una valida motivazione per MANGIARE MEGLIO.

La corretta alimentazione umana ha impatto non solamente sulla vita del singolo individuo, ma anche sulla vita di tutti gli altri esseri viventi che compongono il pianeta e l’Ambiente stesso.

Gli alimenti salutari per l’uomo, alla base della piramide alimentare, risultano essere anche quelli a minor impatto ambientale (come ben descritto dalla figura).

Nutrirsi in maniera corretta, dunque, diventa seriamente nutrirsi secondo Natura. Il rispetto per se stessi diventa rispetto per gli altri e per l’ambiente in tutte le sue accezioni; rispettare l’Ambiente, poi, è un gesto di gentilezza che viene ripagato con migliori condizioni di vita, migliori risorse, minor tossicità. Il tutto a comporre un quadro armonico di insieme.

I piccoli gesti non sono poi così lontani o ardui… Come disse Ghandi: “Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”.

Dott.ssa Elena Maria Bisi

Un anno nuovo, nuovi propositi

health-mini

Chi ben comincia, è a metà dell’opera.

Questo mi è stato sempre insegnato, questo vorrei passare come augurio di un buon nuovo anno. Come proposito “cardine” vorrei riproporre il cancellare dalla mente la parola dieta nella sua accezione volgare e negativa; decisamente meglio iniziare con una nuova parola usata a dovere: Benessere. Il Benessere è fisico, psichico e sociale. Sono tre facce della medesima medaglia. I punti fondamentali che forgiano il Benessere in tutti e tre i suoi aspetti sono: Alimentazione, Attività fisica, Cura della mente.

Alimentazione: deve essere basata sulla varietà, sulla regolarità, sulla moderazione. Il pensiero al cibo deve avere uno spazio ben delimitato, e non dovrebbe essere costantemente presente in ogni momento della giornata. Si mangia per vivere, non si vive per mangiare.

Attività fisica: in quanto animale, l’uomo è nato per muoversi; l’attività fisica comporta tutta una serie di benefici quali la normalizzazione della pressione arteriosa, miglioramento del metabolismo del glucosio, aumento del metabolismo basale, rafforzamento di cuore, polmoni e sistema immunitario, miglioramento della percezione del proprio corpo e della soddisfazione personale, miglioramento della stabilità psicologica, riduzione dello stato di stress, ansia, paura e depressione.

Cura della mente: in associazione con le precedenti, dedicare del tempo per disintossicare in modo sano l’accumulo di ritmi eccessivi, di tossine emotive e di sovraccarico psicologico è importantissimo; un approccio mentale negativo, distruttivo, sfasato genera uno stato metabolico/ormonale che ostacola qualunque percorso verso il Benessere.

Consiglio di iniziare da piccole cose, piccoli passi… aumentare le porzioni di verdura, introdurre una porzione di legumi e pesce in più nella settimana, aumentare il consumo di acqua, iniziare con 10 minuti di attività fisica al giorno (camminare, usare le scale..), concedersi un massaggio rilassante, una chiacchierata salutare con persone professioniste in grado di porgervi una mano. Bastano piccoli gesti; un lungo percorso comincia sempre con piccoli passi… ma quei piccoli passi devono essere intrapresi.

Dott.ssa Elena Maria Bisi

L’invasione delle bacche e dei semi

Brain-Food

Uno stile di vita sano non deve prescindere da una sana alimentazione; quando parlo di sana alimentazione non intendo rigorosa dieta restrittiva e monotona e non intendo demonizzare un alimento piuttosto che un altro. Il rischio, in questi casi, diventa quello di impoverire l’organismo e creare barriere mentali che portano alla diseducazione. Altrettanto diseducativo è il fenomeno in rapido crescendo per cui le persone sono disposte a spendere in integratori e cibi dall’apparente effetto magico pur di ottenere risultati rapidi e senza fatica; gli scaffali pieni di bacche di goji, di succo di noni, di succo di agave, di linfe, di semi di canapa ed altro ne sono un esempio palese. Sicuramente tutti questi prodotti hanno un effetto benefico sull’organismo, ma per far comprendere meglio cosa davvero è necessario fare per la propria salute mi permetto di ricorrere ad una metafora. Immaginate di dover ristrutturare una stanza; a nessuno verrebbe in mente di comprare un arredamento nuovo senza prima aver ripulito le pareti, il pavimento, i vetri ad arieggiato. Allo stesso modo, è impensabile sperare di ottenere risultati REALI assumendo i “prodotti di moda” senza prima aver ripristinato le BASI FONDAMENTALI DELL’ALIMENTAZIONE e dello stile di vita. E soprattutto senza aver ripristinato una corretta funzione intestinale, riequilibrando la flora batterica. I cibi di cui il corpo umano necessita sono semplici… verdura, ortaggi, frutta, carni, pesce, legumi, uova, tanta acqua e niente zucchero, cereali di vario tipo…. In associazione attività fisica costante e cercare di abbattere e/o evitare situazioni che innalzino il livello di stress e tensioni. Il primo contributo contro i “radicali liberi” della vita quotidiana è la volontà di migliorare USANDO LA TESTA.

Dott.ssa Elena Maria Bisi